Analisi

Home / Analisi

Servizio di analisi

La soluzione completa per ottenere certezza sulla tipologia di rifiuti che dovrete conferire, identificando in maniera inequivocabile il codice CER.



 

 

LABORATORIO ANALISI CHIMICHE


La soluzione completa per ottenere certezza sulla tipologia di rifiuti che dovrete conferire, identificando in maniera inequivocabile il codice CER.

Generalmente le analisi vengono eseguite utilizzando metodi ufficiali IRSA-CNR, UNICHIM, EPA, NIOSH, OSHA o altri metodi ufficiali specifici del settore.

In mancanza di metodi ufficiali possono essere sviluppati metodi analitici interni



Rifiuti industriali:

Classificazione e caratterizzazione di qualsiasi tipo di rifiuto ai fini dello smaltimento e/o del recupero (riferimenti normativi: D.Lgs. 22/97, D.M 5/2/98)


  

DAL 1° GIUGNO 2015 OBBLIGO DI ATTRIBUZIONE

DELLE NUOVE CARATTERISTICHE DI PERICOLO


  • NORMATIVA

Dal 1° giugno 2015 viene applicato il nuovo Regolamento UE N° 1357/2014 del 18-12-14 e la Decisione 955 del 18-12-2014 che apportano modifiche significative, all’All. D ed anche all’All. I della parte IV del D.Lgs 152/2006 (elenco dei codici CER e riferimento per l’attribuzione delle caratteristiche di pericolo).


  • COSA CAMBIA?

1) La determinazione delle caratteristiche di pericolo, che si basa su principi completamente diversi dai precedenti. La sigla è modificata. Si indicherà con HP (al posto di H).

2) Cambia la descrizione di alcuni Codici Cer già presenti nell’elenco precedentemente in vigore.

Ai fini pratici le conseguenze più significative del provvedimento sono la completa scomparsa delle frasi di rischio e significative variazioni nelle concentrazioni limite di alcune molecole che possono rendere pericoloso un rifiuto.


  • PERCHE’ E’ IMPORTANTE LA FASE DI IDENTIFICAZIONE DEL RIFIUTO?

La fase di identificazione del rifiuto (classificazione e caratterizzazione) deve essere valutata con estrema attenzione, perché è da quella fase che poi prende corpo tutta la filiera della gestione dei rifiuti: Confezionamento, Etichettatura, Stoccaggio, Registrazione sul Registro di C/S, Documenti per Trasporto e, soprattutto, Smaltimento in sito idoneo.


  • COSA FARE PER ADEGUARSI ALLA NUOVA NORMATIVA?

Poiché è cambiata la siglia delle caratteristiche di pericolo e soprattutto sono state introdotte variazioni nelle concentrazioni limite di alcune molecole che possono rendere pericoloso un rifiuto, è indispensabile attribuire ad ogni rifiuto le Nuove Caratteristiche di Pericolo compilando in primis la Scheda Descrittiva del rifiuto (che deve comprendere dettagliatamente il processo produttivo del singolo rifiuto e l’elenco delle materie prime che hanno contribuito alla sua formazione) ed in seguito effettuando il campionamento a norma Uni 10802 del rifiuto e la relativa analisi di classificazione/caratterizzazione oppure


 

PER SUPPORTARE LE AZIENDE IN QUESTO PERIODO DI CAMBIAMENTO NORMATIVO IL NS. LABORATORIO EFFETTUA IL CAMPIONAMENTO E LA RELATIVA ANALISI AD UN PREZZO FAVOREVOLE E FORNISCE GRATUITAMENTE LA SCHEDA DESCRITTIVA

  

Emissioni in atmosfera:

Analisi chimiche delle emissioni (riferimenti normativi: DPCM 28/3/83, DPR 203/88)


Scarichi idrici:

Analisi delle acque di scarico industriali (riferimenti normativi:D.Lgs. 152/99)
Acque primarie: analisi delle acque derivanti da acquedotti, pozzi, ecc. (riferimenti normativi: DPR 236/88)


Ambienti di lavoro:

Analisi di una vasta gamma di inquinanti in ambienti di lavoro (metodi ufficiali UNICHIM, NIOSH, OSHA)

Richiedi subito un preventivo